Login    Forum    FAQ

Indice » E-STREET » THE DARKNESS BOX SET




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Bruce al Toronto Film Festival
 Messaggio Inviato: sabato 28 agosto 2010, 12:39 
Non connesso
Moderator
Moderator
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2005, 19:25
Messaggi: 6189
Località: club tip top
Secondo la CBS Bruce sarà presente alla prima di The Promise del 14 settembre al Toronto International Film Festival.

http://www.cbsnews.com/8301-31749_162-2 ... 91698.html


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bruce al Toronto Film Festival
 Messaggio Inviato: lunedì 30 agosto 2010, 22:07 
Non connesso
Loose Enders
Loose Enders
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 16 novembre 2005, 22:07
Messaggi: 837
Località: Avezzano (AQ)
non riesco ad aprire il collegamento

_________________
Amami stanotte, perchè potremmo non vederci più (SANDY)


25/05/93 Roma
10/04/96 Roma S.Cecilia
08/06/03 Firenze
06/06/05 Roma
10/10/06 Roma
25/06/08 Milano
19/07/09 Roma
10/06/12 Firenze
31/05/13 Padova
11/07/13 Roma
03/07/16 Milano
16/07/16 Roma


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bruce al Toronto Film Festival
 Messaggio Inviato: martedì 14 settembre 2010, 6:40 
Non connesso
Moderator
Moderator
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2005, 19:25
Messaggi: 6189
Località: club tip top
http://www.nj.com/entertainment/movies/ ... omise.html


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bruce al Toronto Film Festival
 Messaggio Inviato: mercoledì 15 settembre 2010, 9:22 
Non connesso
Junior Member
Junior Member
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 30 giugno 2003, 16:34
Messaggi: 147
http://www.thestar.com/videozone/861288 ... red-carpet

Il red carpet anche per il boss, l'anno prossimo a Venezia?

_________________
walk tall or baby don't walk at all


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bruce al Toronto Film Festival
 Messaggio Inviato: mercoledì 15 settembre 2010, 12:02 
Non connesso
Loose Enders Senior
Loose Enders Senior
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 3 ottobre 2002, 17:02
Messaggi: 2061
Località: Milano - QT8
come è invecchiato male Landau....

_________________
Shirley Manson on N. Imbruglia: "In all those videos, it's 'Oh, I look so beautiful and wouldn't you like to fuck me?' God knows she is beautiful, but you know full well that she wouldn't be as great a shag as Courtney [Love]. Hoo hoo hoo!"


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bruce al Toronto Film Festival
 Messaggio Inviato: mercoledì 15 settembre 2010, 13:15 
Non connesso
Moderator
Moderator
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2005, 19:25
Messaggi: 6189
Località: club tip top
petrus99 ha scritto:
come è invecchiato male Landau....

Somiglia a Camilleri.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bruce al Toronto Film Festival
 Messaggio Inviato: giovedì 16 settembre 2010, 22:06 
Non connesso
New Member
New Member

Iscritto il: lunedì 23 settembre 2002, 22:20
Messaggi: 91
Località: ... quel ramo del lago di ....
Articolo tratto da " La Repubblica " di oggi

Abbiamo assistito all´incontro tra il re del rock e Norton alla presentazione del documentario sul making del celebre disco

Toronto, tutti in piedi parla il Boss "Io, ‘Darkness´ e la working class"



Una sorta di "lectio magistralis" su America, musica, e identità del rock a partire dal disco
Quando il musicista entra in sala per parlare dell´album parte una raffica di cori da stadio

GINO CASTALDO
TORONTO
dal nostro inviato
Quando arriva Springsteen il mondo si ferma. Perfino Ed Norton, amico del boss da più di un decennio, si trasforma in un fan rispettoso. L´attore e il rocker sono a Toronto per la presentazione del documentario sul making dell´album del 1978 Darkness on the edge of town. «Capita di ricevere complimenti dai tuoi idoli, ma se a farlo è Bruce Springsteen è una cosa inimmaginabile». Quando entra il Boss tutta la platea si alza in piedi e intona il rituale saluto: «Bruuuuuce, bruuuuuce», come in un coro da stadio. La conversazione prende la piega di una lectio magistralis su quell´album e più in generale sull´America, sulla musica, sull´identità del rock. «Il documentario sul making del disco è un tesoro» dice Norton, «ed è bello che tu lo abbia condiviso col pubblico. Ma cosa ti ha dato fiducia nel credere che il rock potesse diventare un modo di raccontare così profondamente la parte oscura delle cose?». Springsteen pesa le parole, è accorato, divertente e profondo allo stesso tempo, sa che l´argomento è cruciale, che quel disco fu una svolta nella sua carriera: «Sono cresciuto in un piccolo villaggio del New Jersey, ma se eri ragazzo negli anni 60 tutto era nell´aria, era eccitante, e c´erano artisti come Bob Dylan che avevano il coraggio di spingersi in direzioni mai battute. In studio per Darkness, realizzammo qualcosa come settanta pezzi, e fu difficile scegliere. Dopo Born to run, per una causa col vecchio manager, eravamo stati fermi quasi tre anni, avevamo registrato molte canzoni gioiose, ma io stavo cercando un´identità. Molti dimenticano che in quel periodo c´era stato il punk, e l´America stava passando un periodo drammatico: la guerra del Vietnam era finita da qualche anno, ed era come se il paese avesse perso l´innocenza. Io ero un ragazzo ambizioso, volevo essere la voce di tutto questo. Quindi tolsi tutte le canzoni più allegre e lasciai le dieci più toste. Ne uscì un disco arrabbiato».
Ed Norton: «C´è voluto molto coraggio per fare un disco del genere?».
Springsteen: «Altro che coraggio: paura. Ero impaurito da quello che succedeva intorno. Ero impaurito dal successo. Temevo che potesse distruggere la mia identità. Eravamo ancora giovani provinciali. Non conoscevamo gli artisti famosi, non prendevamo neanche l´aereo, eravamo molto legati al territorio, e quindi eravamo confusi. Ci sentivamo mutanti nei nostri stessi paraggi».
Norton: «Ma allo stesso tempo vi stavate aprendo ad altre cose: c´è una visione del paese, nel documentario le chiami "song pictures"».
Springsteen: «Sì, anche se venivamo da una piccola realtà volevamo essere importanti, che tutti sentissero la nostra voce. Non c´era alcuna modestia in questo. Conobbi De Niro e Scorsese, che una volta disse: "Il lavoro dell´artista è fare in modo che il pubblico prenda a cuore le tue ossessioni". C´erano film come Taxi driver e Mean streets. Io volevo che Darkness riflettesse i tempi. In un certo senso era "cinematico". In quel periodo io e Little Steven comprammo una macchina per 2000 dollari e ce ne andammo in giro per il Southwest a vedere l´America».
Norton: «C´era stato Bob Dylan, uno che dava l´impressione di essere il definitivo savant, di pensare su grande scala, ma anche tu dai sempre la sensazione di sapere esattamente quello che stai facendo».
Springsteen: «Sono cresciuto ascoltando Jerry Lee Lewis, il gospel, il blues, devi studiare tutte queste cose per fare poi quello che vuoi. Ma quel periodo era molto diverso da oggi. Le cose cambiavano velocemente. Quando uscì Darkness sembrava che a trent´anni uno fosse già vecchio. Ricordo che tutti erano alla ricerca del nuovo Dylan, ma in quel momento Dylan aveva poco più di trent´anni».
Norton: «Vi hanno influenzato scrittori beat come Kerouac e Ginsberg?».
Springsteen: «Non direttamente. Ginsberg l´ho letto dopo aver fatto il primo disco e ho fatto dei confronti. Ma in fondo eravamo bohemien per caso, la nostra era working class music. Eravamo influenzati soprattutto dai dischi che ascoltavamo. Anche Elvis a suo modo era stato un rivoluzionario, aveva mischiato generi, razze».
Norton: «C´è stata anche un´attenzione alla realtà politica del paese. Com´è cominciata?».
Springsteen: «Sicuramente con The river, col tour di Amnesty International, ma c´è sempre stata la coscienza di quello che succedeva. Quando facevo Darkness volevo onorare la storia dei miei genitori, della gente che conoscevo, erano cose che non erano state scritte. Poi gradualmente ho capito sempre di più, anche grazie alle lunghe conversazioni con Jon Landau, cercavo di capire chi fossi, cosa volesse dire il successo, volevo mantenere il senso di me stesso anche se la mia vita era cambiata, cercavo di rimanere sano, attraverso la rabbia e il riscatto».
Norton: «Se potessi parlare al te stesso giovane del documentario e agli altri della E Street Band del 1978, cosa diresti?».
Springsteen: «Gli direi di non preoccuparsi della vita, ma del lavoro. La realizzazione di Darkness fu così dura che a volte pensavamo che lo stessimo facendo nel modo sbagliato, ma guardando indietro posso solo dire che era l´unico modo in cui sapevamo farlo. Quel disco è stato l´inizio di una lunga conversazione coi miei fan che dura ancora oggi, e che è stata una delle cose più importanti della mia vita. Volevo intrattenere la gente, volevo una Cadillac rosa, volevo le ragazze, ma quello di cui avevo più bisogno era dare un significato al mio lavoro».

_________________
Everybody's got a secret Sonny
Something that they just can't face
Some folks spend their whole lives trying to keep it
They carry it with them every step that they take


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bruce al Toronto Film Festival
 Messaggio Inviato: venerdì 17 settembre 2010, 21:09 
Non connesso
Moderator
Moderator
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2005, 19:25
Messaggi: 6189
Località: club tip top
Sul sito ufficiale l'intervista e un paio di riprese del festival.
http://brucespringsteen.net/news/index.html


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bruce al Toronto Film Festival
 Messaggio Inviato: venerdì 17 settembre 2010, 22:46 
Non connesso
Loose Enders Senior
Loose Enders Senior
Avatar utente

Iscritto il: sabato 7 aprile 2007, 13:18
Messaggi: 6516
la patti leopardata... :shock:

ma che gli son cresciute pure le tette? :shock:

_________________
everything is everything...


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bruce al Toronto Film Festival
 Messaggio Inviato: sabato 18 settembre 2010, 10:43 
Non connesso
Junior Member
Junior Member
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 27 giugno 2003, 22:30
Messaggi: 426
Bruce aveva un brutto abbassamento di voce...

_________________
http://www.youtube.com/watch?v=lHa2LmcJUz4


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Indice » E-STREET » THE DARKNESS BOX SET


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010